NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta

Clicca su leggi per saperne di più

Tra storia e leggenda

3Cenni storici. Situato nella Valle Siciliana, Fano Adriano sorge probabilmente sui resti di un antico insediamento romano. Risulta che il paese abbia avuto per molti secoli solo la denominazione di Fano per poi assumere quella di Fano Adriano o Troiano. Il crollo dell’Impero Romano, seguito dalle invasioni barbariche e dei Saraceni, ridusse questa area in uno stato di completo isolamento aggravato dalla scomparsa della Via Cecilia, via di comunicazione tra questa zone e Roma di cui rimangono tracce lungo la ex strada statale n.80. Anche Fano Adriano visse questo stato di isolamento, che da una parte fu utile a preservare la zona da ulteriori invasioni, ma dall’altra lasciò il paese, e tutta la zona montana dell’Abruzzo Teramano,  in uno stato di arretratezza che perdurò fino al XX secolo.

Il Teramano, dopo aver fatto parte del Ducato di Spoleto ed aver attraversato il periodo di anarchia feudale dell’Alto Medioevo, entrò a far parte del Regno di Napoli. Fano Adriano, sotto la signoria di Pardo Orsini, fece parte del Marchesato della Valle Siciliana che aveva la sua capitale a Tossicia e seguì le vicende del Regno fino all’unità d’Italia.

Interessante è il centro storico, raccolto attorno alla Chiesa madre, che conserva caratteri architettonici cinquecenteschi, specialmente nella zona detta “del Coro” e a Piazza Prato, dove è possibile ammirare un’abitazione privata che presenta anche un esempio di “gafio”, elemento architettonico di derivazione longobarda tipico dell’alta valle del Vomano e testimonianza dell’appartenenza al ducato longobardo di Spoleto.

GafioIl paese ha, col passare del tempo, inglobato il nucleo di abitazioni denominato Villa Moreni, originariamente separato e dotato di una sua propria chiesa intitolata a San Rocco che presenta caratteri seicenteschi.

Il comune di Fano Adriano comprende una unica frazione, Cerqueto paese questo posto a circa 15 Km. Cerqueto sorse probabilmente nel periodo delle invasioni barbariche. L’abitato conserva notevoli caratteri di antichità, soprattutto nella parte alta (rione Castello) dove si incontrano esempi del caratteristico balcone ligneo detto “gafio”.

Il nome del paese. Secondo gli storici le origini di Fano sono ignote per via di una sostanziale mancanza di fonti. Anche la derivazione del nome del paese non è completamente chiarita: certamente Fano deriva dal latino fanum (tempio) mentre sull’appellativo Adriano esiste una difformità di interpretazione. Secondo alcuni storici il nome, dapprima Fano Troiano o Traiano (fino al 1800) e successivamente Adriano, deriverebbe dal nome dell’imperatore romano secondo la cui volontà sarebbe stato eretto l’antico tempio sulla sommità del Colle San Marcello dove ora sorge l’Eremo dell’Annunziata. Secondo altri storici l’origine del nome è da mettere in relazione ad Atri (antica Hadria) e quindi alla regione Adriana (Ager Hadrianus) sotto la cui diocesi e giurisdizione si trovava Fano. Una ulteriore interpretazione vede la denominazione legata invece al Dio Hatrianus (o Hadrianus), dio della guerra e del fuoco, nume tutelare della stirpe italica, venerato durante la dominazione dei Siculi (II secolo a.C.): a questo Dio sarebbe quindi stato dedicato il tempio sito in Fano per le riunioni religiose e civili della popolazione sicula.

fonte della cannalecchiaLe sette effe. Si tratta di un antica e misteriosa epigrafe la cui derivazione e il cui significato sono ancora sconosciuti. Diverse sono le versioni circa il significato e l’interpretazione è stata affidata fino ad oggi perlopiù a giochi di parole. Nell’immaginario popolare, essa rappresenta una esortazione ai cittadini fanesi: quella comunemente accettata è “Fanesi Furono Forti Fatevi Forti Figli Fanesi”. Nell’interpretazione degli studiosi tale epigrafe invece potrebbe essere riferita ai sette templi (F sta per Fanum, cioè tempio) dell’anfizionia religiosa dell’Ager Hatrianus (nell’antica Grecia l’anfizionia rappresentava una lega di città vicine a scopo di culto); il tempio sito in Fano sarebbe stato dedicato al dio Adrano e, situato sul colle più alto (m. 1000), sarebbe stato il primo in ordine di importanza.

 

 

 

cemok

300-250 MH-2

 

 

logo meteo itok